Vai alla Home Page  OSSERVATORIO DI CULTURA DIGITALE The Next Media! .
 
 

DIDATTICA

Smontiamola!
Il kit della comunicazione

I Centri di educazione al consumo consapevole di Unicoop in Toscana propongono un set di strumenti per guardare dentro la comunicazione destinato agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado e raccolto in una curiosa confezione che ricorda un po’ i “panierini” che i nonni portavano a scuola.
Il cofanetto che raccoglie 2 videocassette, 2 CD-ROM, 7 volumi tematici ed un volumetto esplicativo è il frutto di un progetto nato da un’idea di Marisa Strozzi con il coordinamento scientifico di Piero Sacchetto.
I materiali video e digitali rappresentano concrete istanze di comunicazione in diversi settori che vengono attentamente analizzate e decostruite nei volumi tematici dal doppio senso di lettura: una facciata propone le Istruzioni per l’uso e l’altra le schede operative del Kit di smontaggio vero e proprio. Ampio il ventaglio dei media affrontati e dei relativi linguaggi “smontati”: cinema, fumetto, musica, televisione, pubblicità, cinema d’animazione ed edutainment.
Il kit, che nasce da una precisa intenzione dell’Associazione Nazionale Cooperative dei Consumatori, di arricchire il già nutrito carnet di proposte relative all’educazione ai consumi offerte alle scuole, può essere richiesto ai seguenti centri:
Arezzo – Tel. 0575.328238
Campi Bisenzio – Tel. 055.891824
Empoli – Tel. 0571.73481
Firenze – Tel. 055.2341241
Lucca – Tel. 0583.469070
Pisa – Tel. 050.542740
Siena – Tel. 0577.334002
Smontare e rimontare i pezzi della comunicazione nei loro componenti principali è semplice e divertente grazie al kit proposto, le cui schede offrono proposte di approfondimento a livelli differenziati ed invitano a passare dalla parte dei “protagonisti” (o dovremmo dire degli “emittenti”?).
Seguendo le indagini proposte non è raro trovare suggerimenti, considerazioni, punti di vista interessanti anche per un pubblico adulto e specializzato.

 

I materiali multimediali del kit Smontiamola!

Ci piacerebbe vedere un completamento dell’operazione dedicato ai settori della comunicazione che in questo kit non sono stati presi in considerazione anche se, data la qualità della proposta e dell’indagine, non possiamo che condividere l’osservazione avanzata nel volumetto di presentazione: «… nell’impossibilità di esplorare tutti i linguaggi della contemporaneità ed ancora di più tutte le loro sfaccettature, è stato necessario compiere delle scelte, aprendo solo alcune finestre, consapevoli della parzialità dei panorami da queste rivelati, ma anche convinti che lo sguardo curioso, una volta aiutato ad orientarsi, può spaziare, dilatando gli orizzonti, spingersi fino alle periferie, inoltrarsi nelle zone d’ombra, attraversare confini…».
Ed allora che aspettate? L’avventura è cominciata. Vi offriamo la nostra più totale fiducia: smontateci!

torna <<