Vai alla Home Page  OSSERVATORIO DI CULTURA DIGITALE The Next Media! .
 
 

MEDIA DESIGN


Scanner Photography
Di Nicolò Miller
Fotografare il tempo

Mike Golembewski è un artista che un giorno di qualche anno fa decide di costruirsi una camera digitale utilizzando uno scanner piano. Nel provare l’ammasso di hardware, nastro adesivo e cavi si accorge di un fatto strano, gli oggetti stazionari venivano ripresi normalmente mentre gli oggetti in movimento disegnavano misteriose forme e traiettorie. Il movimento dello scanner che leggeva la scena si contrapponeva al movimento di oggetti e persone. La sua nuova machina fotografica riusciva a registrare il tempo, il movimento e le forme.
Rispetto alla fotografia tradizionale (o a quella digitale tradizionale) dove l’immagine è registrata immediatamente in un solo passaggio, il movimento dello scanner, orizzontale o verticale, dura da alcuni secondi ad alcuni minuti, registrando la distorsione di tempo e movimento di oggetti e persone. Il tempo passato durante l’esposizione si leggerà orizzontalmente o verticalmente.
I risultari di questa ricerca sono visibili sul sito www.scannerphotography.com
Le gallerie mostrano ritratti convenzionali dove il movimento coreografato del soggetto crea multiple esposizioni di visi, immagini di automobile che creano misteriose scie nell’attraversare una strada, autobus che diventano palazzi quando si muovono lentamente durante la scansione.
Sarà il fatto che le immagini sono prevalentemente in bianco e nero, sarà che presentano zone sottoesposte o sovraesposte, ma a guardare le gallerie si ritrova un po’ dello spirito pioneristico che i fotografi di due secoli fa provavano ad osservare le prime fotografie.
Persino le camere che Mike ha costruito negli anni ricordano le prime camere che i fotografi si portavano a spalla per Europa ed America.
Andando a guardare i dettagli della tecnica usata, si scoprono come questi possono contribuire alla creatività dell’immagine finale. La scansione orizzontale, dall’alto verso il basso, fa sì che gli oggetti in movimento da destra verso sinistra o viceversa, diventino righe lungo l’immagine, perfette scie leggermente angolate. Se la scansione avviene da destra verso sinistra, auto e passanti diventano piccole barre verticali, impressione minuscola di una vita o di un oggetto animato.


Scanner fotografia di Mike Golembewski

Persino i suoni vengono registrati dalla camera e ad appaiono come vibrazioni continue nell’immagine, visibili anche per l’alta risoluzione delle immagini catturate.
Con una modifica al software, Mike riesce a catturare una serie consecutiva di immagini che messe una dopo l’altra danno l’idea di movimento. Un viaggio su un autobus londinese, una conversazione con un amico, una scena in un pub.
L’attenzione che il sito ha riscosso dopo essere menzionato in alcuni blog importanti ha creato problemi di traffico eccessivo e conti stratosferici di gestione. Così Mike chiede ai visitatori interessati alla sua tecnologia di contribuire con donazioni per ridurre i costi (mike.golembewski@gmail.com).

torna <<