Vai alla Home Page  OSSERVATORIO DI CULTURA DIGITALE The Next Media! .
 
 

HYBRID
Di Fabrizio Pecori

Anticipazione su Ars Electronica 2005 realizzata all’insegna del motto “living in paradox”
L’ibrido è certamente una delle principali figure topiche del nostro secolo, caratterizzato da una globalizzazione e da una digitalizzazione che a livello mondiale stanno provocando un rimescolamento ed una ristrutturazione delle identità, delle culture, dei metodi scientifici ed eremenutici, delle discipline sociali, del nostro stesso organismo. Si tratta di un fattore che certo non poteva sfuggire al più noto festival europeo di arte, cultura e società nell’era digitale: l’Ars Electronica di Linz, che infatti lo ha assunto a tema ispiratore della propria ricognizione annuale.
Dalla nanotecnologia alle protesi bioniche, dai social networks alle contaminazioni biomolecolari, quella che si avverte è una tendenza ad annientare i confini e gli spartiacque tra le discipline. La “rete”, il “rizoma”, il “link” sono diventati – è sotto gli occhi di tutti – il paradigma di pensiero dominante sul piano della ricerca scientifica, culturale ed artistica, ma anche sul piano economico e sociale.
E’ il melting pot (il “crogiolo”) della nostra era quello che ci attende nella splendida cittadina austriaca dal 1° al 6 di Settembre: un appuntamento denso di spunti, di riflessioni, di iniziative e naturalmente la prestigiosa sede dello storico concorso per opere mediatiche Prix Ars Electronica, al quale per questa edizione hanno partecipato 2975 opere provenienti da 71 diversi Paesi, così ripartite: 399 per la sezione Net Vision/Net Excellence; 356 per Digital Communities, 556 per Digital Musics, 453 di Computer Animation/Visual Effects, 507 di Interactive Art, 637 per u19 - freestyle computing dedicata ai giovanissimi (under 19), e 67 per [the next idea] Art and Technology Grant dedicata alle esplorazioni artistiche e sociali nate entro la piattaforma creativa offerta dal festival stesso.

Hybrid - Ars Electronica 2005

Due sono allora gli appuntamenti che rappresentano un po’ il barometro dell’evoluzione digitale: la prima settimana di Settembre nella ridente cittadina sul Danubio, e a partire da Ottobre sulle pagine di My MEDIA, che ovviamente riserverà ampio spazio alle riflessioni sul Festival.

torna <<