Vai alla Home Page  OSSERVATORIO DI CULTURA DIGITALE The Next Media! .
 
 



glocalmap.to
un progetto di performing media per le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006
un gioco interattivo per un atlante della trasformazione urbana, tra locale e globale
una piattaforma web basata su blog e moblog ( i diari on line che utilizzano anche MMS)
una mappa attiva del social tagging: le tracce dei percorsi culturali nella città
un format di comunicazione interattiva di nuova narrazione
una rete che contempla soluzioni Wi-Fi (wireless on internet), GPS (satellite) e Smart Tag (RFid onde radio)
un'installazione multi-screen con regia di sistema al The Beach sul Po

UN ATLANTE LUDICO-PARTECIPATIVO PER UN GIOCO INTERATTIVO

glocal
glocalmap.to è il progetto di una mappa attiva dell'area metropolitana torinese (un vasto territorio compreso fra il traforo del Frejus, la campagna collinare e la barriera di Rondissone dell'autostrada Torino – Milano) sulla quale prendono forma le informazioni raccolte in un gioco di creatività connettiva disseminato nella città.
Dall'azione locale nel territorio alla comunicazione globale nelle reti.

moblog
glocalmap.to è un gioco interattivo su piattaforma web e mobile (Moblog: il blog mobile prodotto via MMS) che coinvolgerà Torino nei 42 giorni, tra febbraio e marzo 2006, durante le Olimpiadi della Cultura.
Si utilizzeranno diverse soluzioni tecnologiche creando le condizione sia per lo sviluppo di particolari narrazioni (fiction interattive) che per la partecipazione libera dei cittadini ( e turisti) player di una mappa da tracciare in prima persona.
Il gioco si pone da un lato l'obiettivo di declinare le tecnologie interattive al servizio della composizione di un atlante ludico-partecipativo della città, ma anche costruire come in un mosaico una nuova mappa di Torino capace di svelare le nuove geografie, tracciare e nominare i luoghi senza nome , offrendo cittadinanza alle pulsioni urbane spontanee.

social tagging
glocalmap.to è una piattaforma software e hardware, in grado di ricevere e archiviare sms, mms e e-mail.
Un servizio che permetterà di conservare e organizzare per contenuto e nello spazio, testi, foto e altri materiali che gli utenti vorranno inviare e condividere.
Una mappa online della città in divenire , illustrata e interattiva, che visualizzerà su diversi livelli sovrapponibili, informazioni cartografiche ufficiali e contenuti forniti dai partecipanti-autori.
Uno strumento facilmente replicabile e tematizzabile per registrare e pubblicare geo-annotazioni provenienti anche da dispositivi mobili.
La mappa renderà attivi e visibili ciò che definiamo i “social tagging”, le tracce delle azioni sociali, ludiche e partecipative, che i cittadini e i turisti player posteranno sulla piattaforma.

human geography
glocalmap.to è un'esperienza di urbanistica immateriale che intende trasporre il principio della geografia umana, quella tracciata dalle persone che usano un territorio, in una forma narrata ed iconica.
Un'escursione ludica di azioni e informazioni dalla quale trarre il senso di percorsi da attuare all'interno della città, invitando i cittadini e i turisti a contribuire attraverso le piattaforme interattive (web e mobile) con i loro contributi personali e collettivi di cittadini-player.

 

glocalmap.to - UN ATLANTE LUDICO-PARTECIPATIVO PER UN GIOCO INTERATTIVO



instant city
glocalmap.to è una “instant city” contemporanea . E' il luogo dello sguardo della “città intermedia”, quella situata tra la pieghe dell'ordinamento sociale costituito, nel tentativo di dare forma sociale alle informazioni prodotte dall'azione vitale dei giovani cittadini-player, offrendo gli strumenti per la costituzione di inedite comunanze urbane.
Un'indicazione importante per una nuova generazione che rischia di entrare nella società dell'informazione solo attraverso una serie di automatismi che rischiano di viziare il concetto d'interattività.
Questi automatismi tendono a saturare i rapporti con i media e con gli schermi in genere (come per i videogame) velocizzando il rapporto tra sguardo e interpretazione, comprimendo la capacità d'attenzione. Tant'è che si parla di sindrome da deficit d'attenzione (ADHD: Attention Deficit Hyperactivity Disorder) che può essere affrontato offrendo ai giovani la possibilità di concepire l'interattività come occasione di partecipazione attiva e di produzione d'informazione basata sull'esperienza diretta, ludica e creativa.

e-motion
glocalmap.to tende a produrre percorsi esperienziali per individuare casuali comportamenti, propri dell'indeterminatezza umana, sia soggettiva sia collettiva, da accogliere nell'atlante on line che funzionerà come una mappa interattiva prodotta dagli utenti-cittadini-player attraverso i loro contributi nel Moblog.
Una condizione ludica e spettacolare che tende a cortocircuitare il rapporto tra realtà e rappresentazione in un format elettronico ed emozionale ( e-motion : movimenti elettronici) più coinvolgente e seducente dei reality show televisivi.

Happening e smart-mob
glocalmap.to è un'evoluzione post-politica delle teorie che fra la fine degli anni sessanta e gli anni settanta del XX secolo hanno contraddistinto l'idea di città nel movimento radicale delle nuove generazioni (“riprendiamoci la città”).
Un ethos alternativo che trova matrici culturali nelle sperimentazioni della “dérive” espressa dalla Psicogeografia dei Situazionisti francesi agli albori del 1968 e per altri versi in forme come l'Happening inventato dal gruppo Fluxus e il neo-Dada e si rilancia in diverse altre forme tra cui le smart-mob di cui parla Rheingold.

glocalmap.to è un progetto di: Maurizio Cilli, Carlo Infante, Riccardo Mantelli, Filippo Moncelli, Max Paccagnella, Stefano Ruggeri. glocalmap.to è una produzione dell’associazione culturale the beach - In collaborazione con: Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, Fondazione Atrium

 

torna <<