Vai alla Home Page  OSSERVATORIO DI CULTURA DIGITALE The Next Media! .
 
 

AVVENIMENTI


Europèdia

Un format di comunicazione pubblica interattiva per celebrare i 50 anni dell’Unione Europea

Il 25 Marzo l’Unione Europea compie 50 anni. Tra le manifestazioni celebrative il CIDE (Centro Nazionale di Informazione e Documentazione Europeo) promuove un progetto di ambiente interattivo per sperimentare l’idea di Europa Unita, attraverso i linguaggi e le sensibilità dei nuovi media.
L’idea di base è quella di mettere in relazione gli ambienti reali (le piazze pubbliche, le “agorà” di grandi città italiane, Roma, Torino e Lecce) e quelli virtuali (Internet: il nuovo spazio pubblico) attraverso un evento capace di coinvolgere i cittadini, farli giocare, interagire, partecipare: fare esperienza condivisa. Attraverso questo progetto si potranno raccogliere le testimonianze dei cittadini europei mediante un geoblog e ci si potrà rispecchiare nelle visioni e i sogni dei padri fondatori per rilanciarli su grandi schermi.
Il format di comunicazione pubblica è quello dell’ambiente interattivo, secondo la scelta precisa di far sperimentare un’idea ludica e partecipativa di cittadinanza europea, nel coniugare le informazioni prodotte sulla mappa on line e le emozioni della navigazione immersiva nell’Interactive Mirror.
Caratteristica fondante di questa operazione è quindi quella di mettere in relazione i contenuti elaborati sui cinquant’anni dell’Europa Unita con le percezioni degli spettatori invitati a “toccare con mano” i temi messi in campo.
L’ambiente interattivo è composto in primo luogo dall’Interactive Mirror: un’installazione video-interattiva, allestita con retroproiezioni e sensori di prossimità che tende ad avere un particolare rilievo emozionale. Nei suoi schermi viene proiettato un visual poetry attraverso cui i cittadini potranno giocare con un sistema informativo ad alta densità poetica.
Nell’installazione sono attive delle soluzioni di interaction design che caratterizzano questo allestimento come un inedito format di architettura pubblica: l’area sarà “illuminata” dalla connessione Internet wi fi (wireless) per rendere possibile l’accesso alla piattaforma web di www.europedia.it e da qui al geoblog. L’idea base è quindi quella di creare un ambiente interattivo a tutti gli effetti, un’area attrezzata che oltre alla connessione Internet di libero accesso, possa contemplare altre soluzioni wireless, come quella bluetooth per la trasmissione continua via mobile di contenuti particolari, come l’ambient musicEuropedia” (la colonna sonora che mixa la “Gymonopedie” di Erik Satie e diverse altre sonorità europee, dal fado portoghese al rebetiko greco) e alcuni wallpaper (loghi e locandine con inviti agli eventi speciali).


schermata dalla interfaccia di Europedia

Ulteriore soluzione d’interaction design è quella che prevede l’utilizzo dei Matrix Code (innovativi codici a barre capaci di trasmettere sia brevi testi sul proprio camera-phone sia indirizzi web che linkano a pertinenti pagine di wikipedia e al geoblog). Una sperimentazione di ciò che viene definita la proximity communication.Determinante nel progetto Europedia è il geoblog: una mappa interattiva dell’Europa resa partecipativa attraverso un blog geo-referenziato che permette l’interazione tra i luoghi significativi dell’avventura europea e le diverse interpretazioni che i cittadini vi rilasceranno scrivendo, fotografando, implementando video da YouTube e linkando altre risorse online (wikipedia, etc.). Il geoblog oltre ad essere integrato in una faccia dell’Interactive Mirror sarà la struttura portante del web design di www.europedia.it.
A circondare l’ambiente interattivo saranno alcune sculture sonore: gli “avatar”, i simulacri dei padri fondatori dell’Europa Unita, sagome audio-interattive attivate da particolari sensori e dalle quali ascoltare le voci degli “spiriti guida”.

Europèdia, l’ambiente interattivo da considerare come una “palestra di cittadinanza creativa”, è un progetto di Map Srl (www.00map.com) per il Cide, a cura di Stefano Diana, Andrea Genovese e Carlo Infante, che approda a Roma, Galleria “Alberto Sordi”, Largo Chigi (dal 23 al 27 Marzo 2007), a Torino, Galleria “S. Federico”, Via Roma (dal 30 Marzo al 3 Aprile), a Lecce, “Il Sedile”, Piazza S. Oronzo (dal 9 al 13 Maggio).


torna <<