colophon
in edicola
eventi
interviste
mouse di mediateca
tutorial
tecnologie
archivio
abbonamento
stramboware
links & news
animazione digitale
Maya vince l'Oscar
 
 

 

Doug Walker, presidente di Alias|Wavefront, e Kevin Tureski, general manager Maya engineering ritirano l'Oscar per Maya
 

Durante la cerimonia Scientific and Technical Awards organizzata dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences è stato assegnato ad Alias|Wavefront™, società SGI (NYSE: SGI), l'Oscar per lo sviluppo del software Maya®, il pacchetto professionale di animazione ed effetti speciali 3D. A ricevere l’Oscar vinto dalla società canadese c’erano Doug Walker, presidente di Alias|Wavefront, e Kevin Tureski, general manager Maya engineering.
«È un grande onore per noi ricevere l’Oscar a nome di tutte le persone di talento che in Alias|Wavefront hanno contribuito al successo di Maya», asserisce Doug Walker. «È un anno storico per Maya. I nostri clienti hanno utilizzato Maya per aumentare la creatività nella produzione dei film, spingendoci a rendere questa scienza sempre migliore. Senza i nostri clienti, non avremmo potuto ricevere questo premio. Grazie a loro, Maya è diventato lo strumento principe per portare la magia del 3D nei film».
Dal suo lancio, cinque anni fa, Maya è stato utilizzato in quasi tutti i film nominati dall’Accademia nella categoria “migliori effetti visivi”.
«Il DNA di molte delle più brillanti personalità che operano in questo settore può essere ritrovato in Maya», afferma Kevin Tureski. «Per usare una metafora, è come se centinaia di migliaia di ingegneri avessero lavorato al fine di rendere Maya quello che è oggi e quello che diventerà in futuro. Siamo estremamente fieri di accettare questo premio, in nome di tutte le persone il cui impegno e genialità hanno collaborato alla creazione di uno strumento che ha rivoluzionato l’animazione 3D».
Ma l’attesa non finisce qui: Maya ha infatti giocato un ruolo chiave nella creazione degli effetti speciali in tre film che sono in lizza per ricevere l’Oscar: Spider Man, Star Wars Episode II: Attack of the Clones e The Lord of the Rings: The Two Towers, nominati tutti nella categoria “Best Visual Effects”.
Inoltre, Maya è stata parte integrante nel processo di produzione di alcuni cortometraggi, nominati nella categoria “migliori corti animati”: The ChubbChubbs! e Mike’s New Car nonché in quattro dei cinque film d’animazione in lizza per l’Oscar: Ice Age, Lilo & Stitch, Treasure Planet e Spirit: Stallion of the Cimarron.
«Maya ha rivestito un ruolo fondamentale nella produzione di Spider Man», afferma Scott Stokdyk, Visual Effects Supervisor in Sony Pictures Imageworks. «I nostri artisti si sono serviti di Maya per modellare e animare le versioni CG di Spider Man e Goblin, dando vita a modelli animati assolutamente perfetti. La creazione delle vedute di New York, con edifici e strade realizzati in computer grafica, era guidata dal desiderio di avere una sorta di cameraman virtuale che seguisse Spider Man nei suoi movimenti. Tutto questo è stato realizzato grazie a Maya».
Non resta che aspettare la notte del 23 marzo per vedere se Alias|Wavefront farà incetta di Oscar....

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito Web di Alias|Wavefront all’indirizzo www.aliaswavefront.com o rivolgersi via e-mail all’indirizzo mktg_italy@aw.sgi.com.
 
home