colophon
in edicola
eventi
interviste
mouse di mediateca
tutorial
tecnologie
archivio
abbonamento
stramboware
links & news
animazione digitale

 

 

 

 
 
Heterogenic

Di Nicholas Cecchelli
Un giorno, in una strada di una metropoli, il traffico é intasato a causa di un incidente singolare. Un tamponamento a catena a causa di una pianta di mais enorme formatasi improvvisamente nel bel mezzo della strada! Com’é possibile? Cosa é successo?
Questa è la storia di un semino di mais sfruttato per esperimenti da uno scienziato con l’obiettivo – condotto senza successo – di creare un fiore in grado di nascere e crescere con una velocità fuori dal comune.
Dopo vari tentativi, lo scienziato si concede un’ultima prova, prendendo come cavia un nuovo semino di mais il quale però subisce una strana mutazione che lo porterà fuori dal laboratorio facendolo giungere a contatto con materiali diversi (acqua e sapone, whisky…) che continueranno a mutarlo fino a renderlo un seme con tanto di gambe e braccia.
Finendo per l’ennesimo errore in una torta, viene messo in forno trasformandosi in un supereroe che avvertirà lo scienziato dell’accaduto per poi gettarsi in picchiata dalla finestra del laboratorio, precipitando in un’aiuola ai bordi della strada, ove si trasformerà in un’enorme pianta di mais dalla quale cade una pannocchia piena di semi vivi.
Ecco l’intensa trama del cortometraggio di animazione 3D di 9 minuti creato, ideato e autofinanziato da Art5 (www.art5.it), nonché vincitore del “Festival Arcipelago” di Roma.
Il cortometraggio, frutto di 18 mesi di lavoro, è stato creato passando attraverso delicate fasi e tecniche di animazione; partendo dal disegno dei personaggi e degli ambienti, per poi passare allo storyboarding.


Immagini tratte dallo storyboard

Quindi alla realizzazione dei personaggi in plastilina, base primaria per la modellazione tridimensionale con l’immancabile Maya, che ha assistito la produzione nelle fasi di modellazione, nel texture mapping dei materiali da applicare su personaggi e ambienti – tra i quali vorrei almeno menzionare l’accuratezza della resa delle scene acquatiche –, nella animazione, nell’illuminazione e nel rendering.
 

Clicca sull'icona per vedere l'immagine    Clicca sull'icona per vedere l'immagine

Clicca sull'icona per vedere l'immagine     Clicca sull'icona per vedere l'immagine

Clicca sull'icona per vedere l'immagine      Clicca sull'icona per vedere l'immagine

Clicca sull'icona per vedere l'immagine      Clicca sull'icona per vedere l'immagine

Clicca sull'icona per vedere l'immagine      Clicca sull'icona per vedere l'immagine

Clicca sull'icona per vedere l'immagine     Clicca sull'icona per vedere l'immagine

Clicca sull'icona per vedere l'immagine      Clicca sull'icona per vedere l'immagine


Immagini tratte dall'interfaccia di Maya

http://www.art5.it/heterogenic/

torna<<