colophon
in edicola
eventi
interviste
mouse di mediateca
tutorial
tecnologie
archivio
abbonamento
stramboware
links & news
animazione digitale
NT e Didattica, un piano di disseminazione
Di Giulio Luzzi

All’inizio della fase che consentirà di rendere pubblici i risultati e le linee guida derivate dalle sperimentazioni del Progetto Pilota della Comunità Europea “TIC e Cognitivismo”
Il 30 ottobre 2003 si è tenuto a Firenze, con il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e della Regione Toscana, il Convegno, quale prima fase di disseminazione del Progetto Pilota Europeo Leonardo II TIC e Cognitivismo, nel corso del quale, per un intero anno scolastico, si è cercato di dare risposte concrete attraverso laboratori ed esperienze pratiche all’effettivo riscontro dell’introduzione delle Nuove Tecnologie nei programmi di studio della scuola media e superiore. Tra gli obiettivi del progetto vi era appunto quello di avviare una sperimentazione che consentisse riflessione e l’approntamento di un Modello Formativo e di Aggiornamento degli Insegnanti sull’utilizzo delle T.I.C. per lo Sviluppo Cognitivo dei Giovani e quello di costituirsi come elemento di raccordo tra la scuola e il suo contesto economico e sociale e quindi di sviluppare la cooperazione tra gli organismi preposti alla formazione, le parti sociali, le imprese e gli enti e gli esperti che assumono un ruolo significativo nei processi di innovazione.
Lo scopo non era meramente quello di fornire agli insegnanti competenze per un più ampio utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione come supporto alla didattica tradizionale, tantomeno quello di inserire le nuove tecnologie come oggetto di studio; quanto invece quello di privilegiare un approccio alla multimedialità intesa come nuovo apparato di conoscenza e di sviluppo cognitivo, quindi come strumento epistemologico, e di conseguenza aumentare nei giovani l’attitudine all’uso critico e creativo delle nuove tecnologie sia in relazione allo sviluppo del loro sapere sia in prospettiva di una loro formazione professionale post-scolastica.
Per raggiungere tale obiettivo si è ritenuto indispensabile indirizzare l’aggiornamento degli insegnanti verso un modello di didattica nel quale è favorita l’interazione tra le diverse forme dell’esperienza comunicativa, superando in questo senso i modelli didattici rigidamente incentrati sui criteri meramente trasmissivi del sapere, e al tempo stesso avviare una sperimentazione sulla psicologia della percezione e della comunicazione al fine di aumentare nei giovani le capacità all’elaborazione critica dei messaggi e di sviluppare le loro attitudini all’uso creativo e progettuale dei media e dei nuovi linguaggi
Durante il Convegno sono stati presentati un testo con CD–ROM allegato dedicato alla sperimentazione effettuata ed alla valutazione consuntiva dell’esperienza.


Obiettivo principale della pubblicazione è quello di focalizzare con precisione le linee guida per l’introduzione programmatica e consapevole delle Nuove Tecnologie in ambito didattico.
Molti sono gli interrogativi a cui si cerca di dare una risposta durante il Convegno e la Tavola Rotonda di chiusura. Potremmo sintetizzarne alcuni in queste semplici domande:
Cosa cambia nel ruolo dell’insegnante dal punto di vista del repertorio delle sue azioni con l’uso delle NT?
Cosa dovrà esserci nella “cartella” dell’insegnante al momento in cui le NT e le comunicazioni a distanza diventano una realtà rappresentativa?
Come le NT vengono percepite e pensate?
Siamo immersi da infinite “estensioni cognitive” (basti pensare alle infinità di monitor e display con i quali abbiamo a che fare quotidianamente) e non riusciamo ancora a manipolarle o semplicemente a comprenderle, perché?

Il Convegno rappresenta essenzialmente la prima fase di un programma di disseminazione che, grazie anche alla collaborazione di Scuola 2F, abbraccerà gli Istituti interessati sul suolo italiano e comprenderà parte dell’Europa.
Una segreteria telematica è stata predisposta per fornire dettagliate informazioni ed assistere le scuole interessate al Convegno ed alle successive occasioni di disseminazione: info@cognitivemedia.org.

 

torna <<