My MEDIA

Osservatorio di Cultura Digitale
Subscribe

Creativity+Idea

Novembre 12, 2009 By: admin2 Category: Comunicazioni

logo

L’evento si svolge all’interno del Museo Piaggio diPontedera, Pisa, Italia, museo d’impresarealizzato da una delle più importanti aziende italiane dedicate al trasporto personale, azienda ricca di una storia industriale vecchia oltre 130 anni e da sempre legata, attraverso i suoi prodotti, al design ed in particolare al design made in Italy.La concentrazione dell’evento in tre giorni molto densi, il ritmo serrato, la convivenza di molti aspetti progettuali rendono Crea©tivity un momento formativo e di confronto ricco e stimolante, recepito soprattutto (lo confermano iscrizioni e presenze) da studenti e giovani professionisti.

WORK IN PROGRESS

t-programma

MERCOLEDÌ 18 Museo Piaggio
Via Rinaldo Piaggio, 7

ore 18.30
> Inaugurazione delle mostre

GIOVEDì 19 Museo Piaggio
Via Rinaldo Piaggio, 7

ore 10.00
> Saluto delle autorità
> Presentazione dei Partner ’09

ore 11.00 
> Keynote 
Interventi di esperti e aziende: un briefing per WorkOut Interventi a cura di:

Ross Lovegrove Special guest

Marco Vichi
Nokia

Stefano Stravato
Fiat Automobiles S.p.A.

Adriana De Cesare 
Zoes – zona equosostenibile

ore 13,00
> Buffet

ore 14.30 
> WorkOut 
Start up laboratori di Crea©tivity

ore 15.00
> Tavole rotonde 
Case history e incontri tra design e sostenibilità
ore 15.00 Designed in Italy ore 17.00 M4 Moblity

Centrum Sete Sóis Sete Luas 
Via Rinaldo Piaggio, 94 (uscita stazione FS, lato Piaggio)

dalle ore 21.30 
> JazzOut
Tra brainstorming progettuale e improvvisazione jazz 1ª parte

> I.D.E.A.’09
Premiazione concorso

Partecipano: NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano Accademia di Belle Arti di Bologna Accademia di Belle Arti di Napoli LABA Libera Accademia di Belle Arti Firenze Corso di Laurea in Disegno Industriale Calenzano ISIA Roma ISIA Faenza ISIA Firenze College of Arts Chongqing University -China University of the Arts Bremen -Germany Burg Giebichenstein University of Art and Design Halle – Germany Utrecht School of the Arts,Faculty of Visual Art and Design – Netherlands

> JazzOut
Tra brainstorming progettuale e improvvisazione jazz 2ª parte

VENERDÌ 20 ore 9.30 – 18,00 Museo Piaggio
Via Rinaldo Piaggio, 7

ore 9,30
> WorkOut 
2° step laboratori di Crea©tivity

10.30
> Tavole rotonde 
Case history e incontri tra design e sostenibilità
10.30 Medicina e Comunicazione 15.00 Cartoon Animated Training 17.00 From Wine to Design

ore 13,00
> Buffet

ore 16.30
> WorkOut 
Chiusura e debriefing con tutor e aziende

ore 17.30
> WorkOut 
Premiazione laboratori

Centrum Sete Sóis Sete Luas 
Via Rinaldo Piaggio , 94 (uscita staz. FS, lato Piaggio)

dalle ore 22.00
> NOKIA Trends Lab 
Una serata di performance live volta a presentare alcuni artisti della Sae Live Class compilation 2009

Istituto Formazione Franchi e la sicurezza sul Web

Novembre 10, 2009 By: admin2 Category: Articoli

lucche

Di Giulio Luzzi 

Parte la campagna per l’anno scolastico sui temi dell ‘opportunità e della sicurezza sul Web in 20 scuole medie ed elementari della Toscana

 Il web tra enormi opportunità e piccole e grandi insidie, come tutelarsi da quest’ultime?

La sicurezza sul web, soprattutto per ciò che riguarda l’uso del web da parte di minori, sta diventando un argomento di attualità, da un lato perché sempre più spesso la stampa si deve occupare di fatti di cronaca che vedono protagonisti minorenni, “adescati nella rete”, vittime di soprusi di vario tipo, tra cui ignobili reati di pedofilia, dall’altro perché l’uso di internet da parte di minori è enormemente aumentato e sempre più i genitori sono costretti ad occuparsi del problema.

Tanto per inquadrare il problema ecco alcuni numeri che si possono ricavare dai vari osservatori dedicati al problema.

La paura dei pedofili online, purtroppo, non è infondata. Secondo i dati della Polizia delle Comunicazioni, dal 1997 ad oggi si contano 238 arresti, 4.465 persone sono state denunciate e sono state effettuate 3.978 perquisizioni. Inoltre, la Polizia italiana tiene costantemente monitorati 293.204 siti, ha contribuito alla chiusura di 177 siti in Italia e ha segnalato 10.977 siti all’estero.

Di fronte a questi numeri si potrebbe pensare che ogni famiglia si sia opportunamente attrezzata per fronteggiare il problema senza ricorrere a soluzioni drastiche tipo «da oggi niente computer e niente internet», che in ultima istanza finirebbe per penalizzare in modo certo ancora di più il proprio figlio perché avrebbe sicuramente meno opportunità dei propri coetanei che possono invece usare intelligentemente la rete (ricordate il tanto discusso fenomeno del digital divide, il divario digitale che porta a possibili forme di emarginazione sociale?).

Ma la realtà dice che solo un genitore su 4 si occupa di seguire i figli minori su internet. Come si spiega allora questo curioso fenomeno?

I motivi sono di varia natura e senza addentrarci in analisi sociologiche potremmo evidenziare tre cause principali. La prima è la scarsa cultura informatica e della rete in particolare da parte di buona parte de genitori, che non consente loro di percepire la reale gravità del problema. La seconda deriva dal fatto che come tutti i problemi si pensa con riguarderanno i figli di altri ma mai i propri. Infine perché anche quei genitori più familiari con l’informatica, che hanno quindi le capacità di comprendere il problema, sono vittime di un fenomeno che coinvolge molti media e cioè che i media per loro natura fanno sembrare il problema molto lontano, siamo ormai abituati a vedere ogni sera, mentre siano a cena scene cruente di guerra, incidenti stradali, morti per fame o per mala sanità… e la cosa non ci turba più, tant’è che riusciamo a finire il pranzo; cosa che se vivessimo LIVE quelle realtà anche per il più duro di cuore sarebbe difficile trattenere le lacrime.

Quindi la rete stessa insieme alla televisione fa sì che il problema sembri lontano, conseguentemente la cosa non ci tange e abbassiamo la guardia.

Allora che fare ?

Come per ogni altra cosa della vita, occorre far prevaler il buon senso; a poco o niente servono soluzioni. Come genitore, che sta vivendo il problema avendo una figlia adolescente, mi sono detto;

internet è un opportunità che non voglio negare a mia figlia che crescerà nella società “della cittadinanza digitale”, ma al tempo stesso devo tutelarla. Allora come l’ho accompagnata per anni a scuola indicandole quali pericoli correva attraversando la strada piuttosto che accettando cose da sconosciuti, l’ho voluta accompagnare nella navigazione su internet facendole notare quali insidie si corrono.

Contemporaneamente alla mia presenza con lei durante l’utilizzo del PC mi sono formato io stesso ed ho trovato ad esempio che ci sono alcuni programmi attraverso i quali i genitori che non possono controllare i figli essendo presenti al momento dell’utilizzo di internet, possono comunque mantere la situazione sotto delicato controllo per esempio attraverso il restringimento dell’orario di utilizzo e ponendo limiti alla navigazione di certe tipologie di siti.

Internet è una grande opportunità che fortunatamente i nostri figlio hanno, a differenza di molti altri bambini del mondo, quindi non Neghiamogliela ma Accompagnamoli in questo cammino di crescita.

E’ proprio questa l’iniziativa che, mediante i propri seminari, Istituto Formazione Franchi propone periodicamente in molti Istituti Statali della Toscana. Per saperne di più: redazione@mymedia.it

Festival della Creatività

Novembre 04, 2009 By: admin2 Category: Articoli

mappamondo

 

 Al Festival della Creatività sono di scena i linguaggi della creatività nei nuovi media.

Nello spazio multidisciplinare My City si tratteggiano in modo multidisciplinare le nuove vie dell’Arte, Multimdialità, Interaction Design…

Nel padiglione Ghiaia, dalle 10 alle 24, My City guiderà i visitatori in un labirinto creativo di percorsi espositivi, a cavallo tra arte e tecnologia. Il progetto di Creative Social Network Switch sulla costante mutazione della città e sulla mancanza di comunicazione che minaccia i suoi abitanti propone una serie di interventi di indagine urbana attraverso i linguaggi delle arti tecnologiche e dei nuovi media: un lavoro multidisciplinare incentrato sulle tendenze artistiche recenti che coniugano comunicazione sociale, tessuto urbano e innovazione. La mostra MORE MEDIA, my social city lancia l’interaction designing come forma d’arte, ricerca e intrattenimento: il progetto presenta installazioni interattive concepite per eventi e spazi pubblici, coinvolgendo alcuni dei più importanti artisti internazionali del campo. La sezione GRAFICICREATIVI.COM è più di un portale: è un social network, un’effervescente community dedicata al graphic design. Il Progetto di arte pubblica per la zona dell’Osmannoro (Firenze) dei gruppi Florence Art Factory – Influx – Selfish getta uno sguardo altro sui territori di confine della periferia industriale. La XI edizione del master in Multimedia Content Design dell’Università di Firenze presenta TANGerINE cities, le città sonorizzare del futuro grazie alla manipolazione di oggetti sonori ispirati.

Ancora, alcuni dei progetti in mostra a Making Ideas Happening, la sezione che espone i lavori del corso di laurea in Interaction Design dell’Università Iuav di Venezia, sono stati sviluppati da H-Farm, l’incubatore di aziende operanti nei nuovi media, per finire sugli schermi di computer, telefoni cellulari, ma anche su alcuni modelli di auto e nelle videoinstallazioni urbane. Tra gli esempi di connubio tra forme tradizionali d’arte e nuove tecnologie in vetrina nella sezione, presentati dagli allievi dello Iuav, OTTO, lo strumento musicale elettronico di Luca De Rosso e ThoundSocial, il network di condivisione e composizione musicale di Francesco Fraioli. Completano il quadro delle mostre nell’area Ghiaia la rassegna di video-art motion.CUBE e i progetti START di MAI lab e MoonLanding

ACM Siggraph a Milano : Tendenze e Sviluppo del Digitale

Ottobre 30, 2009 By: admin2 Category: Comunicazioni

SIGGRAPH

06 Novembre 2009
PALAZZO GIURECONSULTI Via dei Mercati, 2 Milano

MGM Digital Communication, Meet the Media Guru e Camera di Commercio di Milano vi regalano in anteprima il meglio delle tecnologie digitali di domani.

CARTOLINA
Organizzato da ACM Siggraph Milano, l’evento sarà un momento di scambio e confronto con le eccelenze del panorama mondiale della computer graphic applicata al cinema, ai videogiochi, alla fotografia, alla multimedialità, all’architettura, all’urbanistica, alla scienza.

Si comincia alle 17:00 con un workshop che vedrà coinvolti importanti professionisti ed esperti del settore delle nuove tecnologie. Ospite internazionale Carlye Archibeque, Produttore Esecutivo del Siggraph Computer Animation Festival.

Alle 21:00 serata/evento con proiezione dei prodotti più spettacolari e innovativi presentati durante il Siggraph 2009 di New Orleans dello scorso agosto.

L’ingresso è libero, sino ad esaurimento posti.
Per iscrivervi mandate una mail all’indirizzo info@mgmdigital.com specificando nell’oggetto “Siggraph 2009” o confermando la partecipazione all’evento sulla pagina Facebook dedicata

DiArte 2009

Ottobre 21, 2009 By: admin2 Category: Comunicazioni

Immagi54543ne

Evoluzione del progetto Digiarte, giunge alla sesta edizione e si espande al di fuori dei confini dell’arte digitale aprendosi a ogni forma artistica, purché nuova e stimolante.
Il Tema di quest’anno è: “Materia/Antimateria” ed è perfetto per inaugurare questa nuova fase dove si presenta il nostro punto di vista, ovvero che la distinzione netta tra analogico e digitale è oramai non più necessaria e spesso impossibile da attuare vista l’infiltrazione della tecnologia nella nostra vita e dunque anche nell’atto di produrre arte.

Rimane infatti nel nostro DNA la forte attenzione verso le nuove tecnologie e l’uso di quest’ultime per fare arte ma senza quei vincoli che ci eravamo prefissati e che adesso ci sembrano solo limitazioni inutili.

Sei anni fa forse aveva senso mettere l’accento su arte “digitale” adesso non più!

manifesto

Sabato 31 Ottobre: Inaugurazione della mostra presso Centro Espositivo Antonio Berti (Via Bernini, 57 – Sesto Fiorentino) con il concerto per Iphone e Violino composto e suonato da Marco Morandi, al violino Chiara Bondi. (La mostra si concluederà Sabato 21 Novembre)

Sezione Digiarte

  • Augmented Reality: Critian Contini, esperto di nuove tecnologie, curerà il design della copertina del catalogo con un oggetto di Augmented Reality.
  • Maria Adele Macchioni “Da grande voglio fare il polistirolo”
    presenta il progetto “Sono una Piccola Ape Furibonda” basato su originali scatti in controluce e sovraesposti.
  • Corso di fotografia digitale (Settembre-Novembre): In collaborazione con la Cooperativa Macramè (http://www.coopmacrame.it/) i ragazzi che frequentano il centro potranno partecipare a un corso gratuito di fotografia dove imparare a usare la macchina fotografica e come si imposta un “reportage”. Grazie al corso potranno documentare le attività della Cooperativa. Al termine del corso le foto saranno esposte alla Palazzina Berti e pubblicate sul catalogo di DiArte2009
  • Concerto per Iphone e Violino (Sabato 31 ottobre) che approfondisce il tema di come il digitale sia sempre più “mimetizzato” all’interno di ogni forma d’arte: “mimetismo digitale”. Sarà organizzata una performance che includerà musica eseguita con iphone e violino, fondali digitali (realizzati da fotografie create per l’occasione dai partecipanti), vj-set.

Sezione DiArte
Saranno esposti i lavori degli artisti:

  • Iacopo Castellani con il progetto “Musica per pezzi di cuore” realizzato con fotografia, metallo, resine, prato
  • Cosimo Brunetti con la serie di quadri “incomprensione
  • Fabio Masini – “All around your heart“, realizzato in piombo e vetro rosso.
  • Caterina Pecchioli con il video “Chalk Line

Altre info: www.digiarte.info

TEC-ART-ECO presenta Extracorpi : La Bellezza Remixata

Ottobre 20, 2009 By: admin2 Category: Comunicazioni

!cid_image001

Arte e Tecnologia per l’Ambiente

EXTRACORPI: LA BELLEZZA REMIXATA

23-26 ottobre 2009

Lugano – Gallarate

Un programma triennale (2009-2011) di festival interdisciplinari itineranti nella regione Insubrica incentrati sul potenziale artistico delle tecnologie e finalizzati allo sviluppo di un modello pilota di evento culturale eco-sensibile.

Anteprima in ottobre 2009 con Marcel.lì Antùnez Roca (E) e Stelarc (AUS), artisti cult della scena cyborg mondiale.

Immagin5e

Arte, innovazione tecnologica, comunicazione e sostenibilità si incontrano in Tec-Art-Eco. Arte e tecnologia per l’Ambiente, progetto promosso dalle Associazioni culturali Ariella Vidach – AiEP (MILANO) e Avventure in Elicottero Prodotti (LUGANO) col sostegno del P.O. di Cooperazione Transfrontaliera Italia – Svizzera 2007-2013.

Una proposta culturale itinerante nel territorio della Regione Insubrica (Lugano-Como-Varese) incentrata sul potenziale delle nuove tecnologie per consegnare un modello pilota di evento culturale eco-sensibile che rimanga nel tempo.

L’appuntamento in programma dal 23 al 26 ottobre tra Lugano e Gallarate, La Bellezza remixata, è il primo di un programma triennale (2009-2011) di festival interdisciplinari, laboratori produttivi, workshop e tavole rotonde con ospiti internazionali. Un’apposita sezione dei Festival sarà invece dedicata alle opere realizzate da giovani artisti, selezionati tramite bando, al termine di un percorso formativo multidisciplinare tra arte e tecnologia.

Protomembrana_1_Marcel.lì_Antunez_Roca_Ph_C_Rodriguez

Interpreti cult della scena cyborg internazionale, Marcel.lì Antùnez Roca, tra i fondatori de La Fura dels Baus, e Stelarc, artista e performer australiano, presenteranno spettacoli e performance, terranno laboratori produttivi rivolti a giovani artisti e per la prima volta al mondo si incontreranno per un testa a testa che metterà  a confronto il loro percorso artistico e di ricerca.

PROGRAMMA

23 ottobre 2009 ore 20.30

Lugano Teatro Cittadella

In collaborazione con Città di Lugano – Dicastero Attività Culturali / Settore Spettacoli

Costi degli spettacoli e prenotazioni su www.luganoinscena.ch

EPIZOO

performance installativa di Marcel.lì Antunez Roca (E)

Epizoo è uno tra i primi esempi di applicazione di tecnologie informatiche al corpo umano e si basa su un sistema interattivo che permette allo spettatore di controllare gli elementi scenici compreso il corpo stesso dell’artista: agendo su un mouse, infatti, gli spettatori azionano i meccanismi pneumatici dell’esoscheletro robotico indossato dall’interprete, muovendo naso, natiche, pettorali, bocca ed orecchie di Marcel.lì immobile su una piattaforma rotante.

Un’interfaccia simile ad un videogioco dà vita a undici scene interattive in cui sequenze animate riproducono la figura dell’artista ed indicano la posizione ed il movimento dei meccanismi. Grazie a questa applicazione esclusiva, l’utente, ‘manovrando’ il corpo dell’artista attraverso il mouse, interviene direttamente anche su luci, immagini e suoni della performance.

PROTOMEMBRANA

performance conferenza meccatronica di Marcel.lì Antunez Roca (E)

Protomembrana è una performance – conferenza sulla Sistematurgia (letteralmente ‘drammaturgia dei sistemi informatici’), sviluppata come un romanzo, un susseguirsi di racconti. Oltre alla narrazione verbale, la performance utilizza l’animazione grafica, la musica e l’illuminazione, controllate per mezzo di varie interfacce interattive, e ciascuno dei nuclei drammaturgici presenta e utilizza un particolare dispositivo sviluppato da Marcel.lì, tra cui una macchina fotografica/pistola che cattura i volti di spettatori volontari inserendoli nella narrazione come protagonisti di alcune animazioni, o il joy-dreskeleton, un costume sensibile al tocco che, indossato da un volontario, permette di trasformarlo in un’interfaccia audio-visiva interattiva.

L’utilizzo di questi apparecchi fa di Protomembrana un processo ipnotico e magico.

24 ottobre ore 15.00

Lugano Palazzo dei Congressi

Ingresso gratuito

INCONTRO

Dal Cyborg al post-human: il ronzio dell’ibrido e la sistematurgia

Per la prima volta Marcel.lì Antunez Roca e STELARC si incontrano e si confrontano su temi come l’ibridazione, la sistematurgia, il cyborg.

Intervengono: Pier Luigi Capucci, Tommaso Trini, Marco Mancuso, Carlo Infante, Maria Grazia Mattei

Dal 25 ottobre 2009 al 21 febbraio 2010 / Inaugurazione 24 ottobre ore 17.00

Lugano Villa Ciani, Villa Malpensata, Museo Cantonale d’Arte

Ingresso gratuito

MOSTRA

AUTOMATA: Corpo Automi Robot

La Mostra si propone di affrontare in maniera interdisciplinare il rapporto tra il corpo umano e la rappresentazione che di esso è stata data da parte della arti, della scienza, e della tecnologia, soprattutto per quanto riguarda la dinamica dell’imitazione del corpo (con gli automi) e della sua sostituzione (con i robots).

All’interno della mostra sarà visibile una retrospettiva video sulle opere di Marcel.lì Antunez Roca e opere fotografiche di Stelarc.

25 ottobre ore 10.30-20.30

Gallarate GAM – Galleria D’Arte Moderna

Ingresso gratuito

VIDEOANTOLOGIA

OBSOLETE BODY

Videoantologia di opere storiche di STELARC, selezionate dall’artista.

25 ottobre ore 14.30-17.30

Gallarate GAM – Galleria D’Arte Moderna

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

WORKSHOP-LABORATORIO

Ridisegnare il corpo / CORPI OBSOLETI

Conduce: STELARC (AUS)

L’artista presenta le visioni che hanno generato le sue cyborg-sculture. Dal Movatar (avatar virtuale dotato di intelligenza artificiale capace di muoversi e interagire con il mondo reale) agli arti prostetici (prosthaetic head, third arm, ear on arm) all’exoskeleton (locomotore pneumatico che, rispondendo ai comandi dell’utente, ne amplia i movimenti).

25 ottobre ore 18.30

Gallarate GAM – Galleria D’Arte Moderna

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

CONFERENZA – PERFORMANCE

AVATARS HAVE NO ORGANS

Stelarc (Aus), interviene Marcel.lì Antunez  Roca (E)

Incontro sui temi: L’ibridazione tra corpo e macchina come risposta all’obsolescenza del corpo e ai limiti fisiologici evidenziati dalle sollecitazioni della nostra società.

Segue performance di Stelarc in SECOND LIFE

26 ottobre ore 14.30-17.30

Lugano Aula Magna SUPSI

Ingresso 10 CHF

WORKSHOP-LABORATORIO

Ridisegnare il corpo 2 / SISTEMATURGY

Conduce: Marcelì Antunez Roca

Laboratorio – seminario sui sistemi interattivi sviluppati da Marcel.lì e il suo team di programmatori.

Il laboratorio intende fornire ai partecipanti gli strumenti per comprendere il percorso creativo e produttivo dell’artista catalano da anni impegnato in un lavoro trasversale tra arte visiva e performativa.

Contatti:

Ufficio Stampa: Sara Prandoni / AiEP

info@tecarteco.net; tel. +39 02 345 0996

www.tecarteco.net

LUOGHI:

-GAM – GALLERIA D’ARTE MODERNA

Viale Milano 21, Gallarate, Varese

0331 791266 | eventi@gam.gallarate.va.it

-PALAZZO DEI CONGRESSI

piazza Indipendenza 4, Lugano

-TEATRO CITTADELLA

Corso Elvezia 35, Lugano

-SUPSI – Campus Trevano

CP 105, CH – 6952, Canobbio

FESTIVAL DELLA CREATIVITA’ : chiusura manifestazione

Ottobre 19, 2009 By: admin2 Category: Comunicazioni

FESTIVAL DELLA CREATIVITA’

Il Festival chiude lanciando un link con Expo 2010 di Shangai

“lI Festival della Creatività si conferma uno degli eventi culturali più importanti nel panorama nazionale”. E’ il bilancio di Claudio Martini, Presidente della Regione Toscana, nella conferenza stampa di chiusura della manifestazione che dal 15 al 18 ottobre ha affollato la Fortezza da Basso di Firenze.

900_festival_2009_1

Il tema scelto quest’anno, “Città future, il futuro delle città”, si è rivelato azzeccato e  di grande attualità, capace di mobilitare e attrarre visitatori per tutta la durata del Festival. Tante le città protagoniste di questa manifestazione, in un’ottica glocale: New York, Dubai, Istanbul, Pechino, Il Cairo e San Paolo al fianco di Livorno, Carrara, Pisa e Firenze.

“La formula del Festival riscuote successo perché è un evento popolare e aperto a tutti, senza limiti di età. Abbiamo puntato sulla qualità dei dibattiti sulla contemporaneità che ha reso possibile trattare questo tema con tanti approcci diversi”, ha detto Martini.

Gli eventi più apprezzati sono stati i dibattiti e i Bar Camp sul futuro della città, sui piani urbanistici e sui progetti infrastrutturali che interesseranno la Toscana: segno della voglia di partecipazione civile e di condivisione da parte dei cittadini. Così i visitatori sono stati più che semplici spettatori, ma veri e propri protagonisti del Festival.

_BLU0448.nodo

Affollatissima anche l’area Kids for City ed eventi di forte richiamo culturale come la proiezione di “Luci della Città” di Charlie Chaplin, con la colonna sonora eseguita dal vivo dall’Orchestra Regionale Toscana diretta dal maestro Timothy Brock.

_MG_0222.nodo

Dal palco del Cavaniglia Claudio Martini ha rilanciato l’ “Appello per la nostra Costituzione”, che ha già raccolto oltre 4000 adesioni da tutto il mondo attraverso il web: “La difesa della Costituzione è un tema che chiama in causa l’equilibrio fra i poteri istituzionali. La Costituzione del 1948 rimane uno degli atti di creatività più importanti della storia italiana” ha concluso Martini.

social-network8

Paolo Chiappini, Direttore della Fondazione Sistema Toscana, ha posto l’accento sul variegato pubblico che in questi giorni ha popolato la Fortezza: da 0 a 86 anni. “La memoria storica di questa edizione va dal 1923 al 2009. Francesca, di 10 mesi, è stata la nostra visitatrice più giovane accolta al Baby Care. Yona Friedman, 86 anni, è l’ospite che, grazie alla sua esperienza, ha reso affascinante la riflessione sul futuro della città”.

“Per noi fare rete è più importante di fare massa. Il network ha reso il Festival partecipativo e coinvolgente. Lo testimoniano gli oltre 6200 post-it attaccati alle pareti degli stand, in cui i visitatori hanno lasciato al sindaco un pensiero sul futuro di Firenze o commenti spontanei sulla manifestazione. Anche il Social Media Point e i Bar Camp sono stati momenti di confronto e interazione molto apprezzati dal pubblico”.

Il Festival ha avuto due dimensioni: quella “reale” degli eventi alla Fortezza e quella “virtuale” del web, con gli oltre 320mila accessi alle dirette web e i circa 3 milioni di contatti al sito ufficiale del Festival. “Con internet e le riprese live di intoscana.it il Festival è arrivato direttamente nelle case”.

E’ stato un Festival 2.0: ogni evento è stato documentato in tempo reale sulle pagine dedicate di Twitter, Facebook, Linkedin, You Tube, My Space, Flickr, Friendfeed.

Paesaggio, onda, viral, riuso, conversazione sono le cinque parole chiave del Festival, emerse dall’interazione fra i partecipanti durante i Tag & Wine quotidiani curati da Carlo Infante, Mirko Lalli e Giuseppe Burschtein.

_O6I6580_0.nodo

Daniele Lauria, Direttore Artistico del Festival della Creatività, ha commentato: “Siamo rimasti piacevolmente colpiti da come gli ospiti e i protagonisti del Festival hanno interpretato il tema di quest’anno mettendo in mostra progetti straordinari come quello della città riciclante. E’ percepibile anche in questa ultima giornata un’energia contagiosa e la volontà condivisa di proseguire nel lavoro di rete e progettare le città del futuro. Da uno degli incontri di ieri potrebbe essere già nato il titolo dell’edizione 2010, grazie a un ponte con l’Expò di Shanghai: better life ovvero come la creatività può migliorare la vita di tutti noi”.

DeGustiBooks chiude in grande stile

dolci.nodo

Curiosi e appassionati di buona cucina e buone letture ancora una volta hanno affollato gli stand di deGustiBooks. Tanti protagonisti hanno regalato al pubblico della rassegna fiorentina un tuffo tra i piaceri del palato e della mente. Direttamente dalla multietnica Londra, il foodtrotter di cui sentiremo parlare molto in futuro, Simon Majumdar. Grande il successo del concorso “Il mio panino d’autore… metropolitano” by Negroni, dei laboratori sul caffè, delle degustazioni di vino e delle creative installazioni di Infinite Trame, il Gusto del riciclo, Food House e degli originali Orti Urbani.

TimTribu Skate Cup

Stampa

La manifestazione di skater nel piazzale della Fortezza, organizzata da Vans, è stata vinta da Bruno Aballay seguito da Tomas Vintr e Mauro Caruso.

Il Premio per il Best Trick – la più bella evoluzione sulla tavola – è andato a Fabrizio Venosa.

WideTag Inc. al Festival della Creatività

Ottobre 16, 2009 By: admin2 Category: Comunicazioni

Immagine

Venerdi 16 ottobre ore 10-00

Internet degli oggetti e hardware sociali

Workshop Spadolini PT Sala convegni Piccola Festival della creatività, Fortezza da Basso (FI)

Appuntamento con WideTag Inc., pionieristica azienda italo-californiana dedita alla Internet of Things: una sessione aperta sulle interfacce fisiche di nuova concezione collegate all’utilizzo dei social network; come nascono, come si progettano, come cambiano i rapporti tra le persone. Al centro del workshop i “social hardware” co-sviluppati con Nuzoo Srl. Al lavoro con voi, tra video e prototipi con cui sperimentare, ci saranno i video di Dario Violi (IxD Designer in MaisonThe e ToyMaker), le storie di Leandro Agrò (CEO, WideTag), l’elettronica di Stefano Avenia (CEO, Nuzoo).

Riferimenti:  http://www.leeander.com

http://www.nuzoo.it

Back to the Present

Ottobre 09, 2009 By: admin2 Category: Senza categoria

!cid_aW1hZ2UwMDEuanBn$762563$474420@loom

Francesca Catastini, IFSR (Mirko Smerdel e Danilo Correale), Jacopo Miliani

Andrea Montagnani, Maria Pecchioli

con

Stefanos Tsivopoulos

SABATO 10 OTTOBRE ore 18.30

Ex sede del Centro di Sperimentazione Teatrale, Via Manzoni 22, Pontedera

1° tappa di Back to the Present – a cura di Elisa Del Prete – Networking V edizione

<!– /* Font Definitions */ @font-face {font-family:Calibri; mso-font-alt:”Century Gothic”; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:swiss; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-1610611985 1073750139 0 0 159 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:10.0pt; margin-left:0cm; line-height:115%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:Calibri; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-bidi-font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-language:EN-US;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

Sabato 10 ottobre a partire dalle ore 18.30, presso l’ex Centro di Sperimentazione Teatrale di Pontedera, gli artisti Francesca Catastini, IFSR (Mirko Smerdel e Danilo Correale), Jacopo Miliani, Andrea Montagnani, Maria Pecchioli, primo dei cinque gruppi di artisti toscani selezionati per la V edizione di Networking, a cura di Elisa Del Prete, incontrano il pubblico a conclusione dei lavori del workshop con Stefanos Tsivopolous.

Il workshop, concepito dall’artista come “lettura” della città di Pontedera, dal suo passato al suo presente, si è sviluppato come indagine di un territorio totalmente sconosciuto a tutti i partecipanti per esplorare le possibilità di relazione ad esso, alla sua storia, ai suoi cittadini, alla sua cultura.

A partire da una disposizione alla scoperta tramite dialoghi, ricerche d’archivio, letture, immagini, visite guidate, discussioni, Stefanos Tsivopoulos ha guidato il gruppo di artisti verso una possibile lettura incondizionata di una città che ha presentato molte contraddizioni, dal suo fiore all’occhiello, il Teatro Era, all’azienda che ne ha diretto non solo l’andamento economico, la Piaggio, passando per la Filarmonica, il ponte che dà il nome alla città, e l’antico castello su cui è stato edificato l’attuale piano urbanistico. Fil rouge dell’intero percorso è stato la proposta di un approccio ai documenti storici come ricerca prima di tutto personale e di un’indagine quotidianamente aperta all’incontro.

Sabato 10 ottobre verrà presentato al pubblico, attraverso immagini e azioni, l’esito di questo percorso, 1° capitolo dell’intero progetto Back to the Present, ideato dalla curatrice Elisa Del Prete, per la V edizione di Networking, nato con l’intento di suscitare interrogativi rispetto ad un passato così pericolosamente vivo come quello toscano attraverso il lavoro di artisti della giovane generazione e il loro attuale immaginario.

“Che ruolo ha oggi l’immagine nella trasmissione del tempo e della storia?

Che ruolo ha l’artista, in quanto creatore di immaginari, nell’attuale sistema di rappresentazione in cui l’immagine è usata e abusata?”

Networking 2009 è promosso dai cinque comuni toscani di Firenze, Prato, Pontedera, Monsummano Terme, Livorno, dalla Provincia di Arezzo, col sostegno anche della Regione Toscana. Quest’anno si rivolge a 32 giovani artisti toscani, selezionati tramite bando, che parteciperanno all’intero progetto che prevede un periodo di ricerca in archivi, 5 workshop e una rassegna, a conclusione lavori, articolata in una serie di incontri, una mostra, e una video proiezione plurima.

Stefanos Tsivopoulos (Praga 1973. Vive e lavora fra Amsterdam e Atene)

L’artista greco ha recentemente completato due anni di residenza alla Rijksakademie di Amsterdam e sei mesi di residenza al Platform Garanti di Istanbul. Ha esposto al Museo di arte contemporanea di Belgrado, alla Biennale di Atene, al Kassel Kunstverein Friedericianum, alla Biennale di Tessalonico, al Museo di Arte Contemporanea di Atene, al Montevideo Arts Institute di Amsterdam, al Center Photographique del’ile-de-France a Parigi e al Sammlung Essl di Vienna. Ha vinto il Golden Cube Award 2008 al 25° Kassel film festival.

“La Camera è l’occhio della storia”: questa frase del fotografo Mathew Brady sintetizza con efficacia la ricerca di Stefanos Tsivopoulos. L’interesse dell’artista è infatti rivolto a come la memoria collettiva prende forma attraverso le immagini prodotte, a chi ne è il produttore, e a come l’immaginario contemporaneo sta codificando la storia attuale. Autore di video, per la maggior parte, Tsivopoulos indaga la doppia valenza dell’immagine, di documentazione e di opera d’arte. A partire dall’esplorazione di archivi storici e servendosi del linguaggio cinematografico per scoprire quali sono le immagini che si sono depositate nella memoria collettiva, estrapolandole dal loro contesto, ed indagando il valore assiomatico del documento per la società,  l’artista racconta  storie nuove mettendo in qualche modo in discussione la validità dei documenti stessi e mostrandoci in chiave spesso enigmatica come essi non siano altro che il racconto del “narratore” che ce li tramanda.

Elisa Del Prete nasce nel 1978 a Bologna, dove attualmente vive. Ha studiato Storia dell’Arte all’Università di Bologna specializzandosi in Storia dell’Arte Medievale e discutendo una tesi in Iconologia sulla Biblioteca di Aby Warburg e la sua storia postbellica, con particolare attenzione all’influenza che ha prodotto in Italia rispetto ad una cerchia specifica di studiosi.  Da questa ricerca, che ha portato avanti successivamente durante un ulteriore periodo di indagine all’Istituto Warburg di Londra per l’Accademia Nazionale dei Lincei di Roma investigando la scena intellettuale degli anni Cinquanta-Settanta in Italia, ha approfondito la conoscenza e l’analisi della cultura visiva contemporanea con particolare attenzione alle arti visive nello specifico. Dal 2005 lavora come curatrice indipendente e dal 2007 è direttrice artistica di Nosadella.due, un programma di residenza per artisti e critici internazionali con sede a Bologna, per cui ha lavorato con artisti internazionali tra cui André Guedes, Martine Pisani, Mario Rizzi, Daniela Comani, Nico Dockx, Andreas Golinski, Markus Hofer, Jukka Korkeila, Soren Lose.

Parallelamente scrive per le riviste d’arte “Arte&critica” e “Combo”, oltre che per la redazione di Bologna del quotidiano “Corriere della Sera”.

Ultimamente ha approfondito la sua ricerca sullo sviluppo attuale del linguaggio delle immagini nell’arte come nella società, nella comunicazione e nella pubblicità con particolare attenzione al tema dell’immaginario erotico nelle arti visive e performative. Ha inoltre maturato un interesse particolare per gli sviluppi attuali dell’arte relazionale e partecipata, supportando l’idea di un’arte come esperienza e dedicando quindi un’attenzione speciale al momento dell’azione e agli aspetti performativi nel lavoro artistico.

Sul sito http://www.backtothepresent.it è possibile seguire tutte le tappe del progetto.

1254667109b

I prossimi appuntamenti di Networking 2009:

2° workshop 13-17 ottobre a Monsummano Terme: tutor John Duncan e Melissa Pasut con Gaia Bartolini, Lek Gjeloshi, Andrea Lunardi, Manuela Mancioppi, Sabrina Mazzuoli, Saverio Tonoli, Daniela Frongia

presentazione sabato 17 ottobre ore 18.30

3° workshop 20-24 ottobre a Prato: tutor Pavel Braila con Francesco Ozzola, Leone Contini, Simoncini.Tangi, Valentina Lapolla, Vanni Bassetti, Enrique Moya Gonzalez

presentazione sabato 24 ottobre ore 18.30

4° workshop 26-30 ottobre a Livorno: tutor Marzia Migliora con Studio ++, Silvia Noferi, Giada Pucci, Filippo Berta, Le ossidoriduzioni, Francesco Migliorini

presentazione sabato venerdì 30 ottobre ore 18.30

5° workshop 2-7 novembre ad Arezzo: tutor Luchezar Boyadjiev con Helena Hladilova, Viola Pinzi, Francesco Di Tillo, Marta Primavera, Liquid Cat, Margherita Moscardini, Caterina Pecchioli, Martina Della Valle

presentazione sabato 7 novembre ore 18.30

Mostra conclusiva coi 32 partecipanti a EX3 di Firenzeinaugurazione sabato 12 dicembre

La mostra sarà anche accompagnata da una proiezione di video storici, riprodotti in vari luoghi della città e da un catalogo che offrirà un immaginario alternativo del territorio proponendosi come mappa visiva della Toscana.

Informazioni e materiale stampa

Carlo Simula

+39 347 7973217

carlo.simula@loom.it