My MEDIA

Osservatorio di Cultura Digitale
Subscribe

Ring 2008 a Lecce: Next Mediterranean

Giugno 26, 2009 By: admin2 Category: Senza categoria

Gli assetti della comunicazione nel futuro sostenibile del Mediterraneo

S’è svolto a Lecce Il 17, il 18 e il 19 Settembre nel suggestivo Chiostro di S.Domenico Ring -Grande Arena del Marketing e della Comunicazione (www.ringgrandearena.org), un convegno-evento in cui si è parlato di  marketing e innovazione, Web 2.0 ed economia eco-sostenibile. Tre giorni per trattare di nuovi modelli di sviluppo, a partire dal Mediterraneo e l’uso creativo dei sistemi della comunicazione. Next Mediterranean è stato il titolo di questa seconda edizione di Ring, orientata all’internazionalizzazione e dedicata alla nuova centralità geoculturale del bacino del Mediterraneo, quale potenziale piattaforma per una nuova economia eco-socio-sostenibile. Tutto ciò con un occhio particolare alla costituzione dell’Area Mediterranea di Libero Scambio, prevista al varo nel 2010. Da questo tema di fondo, dunque, l’adozione di un’illustrazione per la promozione dell’evento che ritrae un Mediterraneo gravido di un futuro migliore. Sono intervenuti i ministri Brunetta e Fitto e l’antropologa Rita El Khayat (in odore di Nobel) per un evento uno e multiplo, articolato in sessioni plenarie, workshop, focus e case history, animati da relatori di notorietà internazionale, tra i quali Jean-Marc Rietsch, Presidente della Fédération de l’Information Lifecycle Management, Stephen Mason, membro dell’IT Panel of the General Council of The Bar of England and Wales, e Jos Dumortier, docente all’Interdisciplinary Centre for Law & IT-K.U. Leuven. Carlo Massarini, Carlo Infante, Marco Zamperini, Bruno Pellegrini e Robin Good, invece, sono alcuni tra i nomi italiani che sono scesi nella grande arena di Ring sviluppando i temi inerenti le dinamiche partecipative della rete che tendono a rilanciare le potenzialità della comunicazione come motore di sviluppo sostenibile, centrato su una ridefinizione del marketing sulla base di un ruolo attivo degli utenti, considerati non più meri consumatori.

Imprese di eccellenza, istituzioni, agenzie e operatori della filiera del marketing e della comunicazione, infatti, sono stati presenti a Ring 2008 per parlare di nuova competitività, contribuendo a definire modelli di sviluppo compatibili con le istanze di responsabilità sociale e ambientale più urgenti. Tre i temi macro: globalizzazione e competitività sostenibile, interattività e social media, nuova creatività per nuovi linguaggi. Nell’ambito di queste aree si snoderanno poi altri argomenti di discussione correlati, che saranno oggetto di interazione e dibattito continuo durante i diversi convegni e già da ora nella piattaforma blog www.nextmediterranean.org.

Con diretto riferimento al tema principale, Ring 2008 si configura come evento orientato all’autoriduzione del proprio impatto, poiché introduce un programma di azzeramento delle emissioni prodotte per la sua realizzazione. Conosciuto il grado di impatto in tutto il ciclo di vita dell’evento, dalla sua ideazione fino allo smaltimento dei rifiuti prodotti, il Gruppo Oltrelinea, organizzatore di Ring, si impegnerà ad azzerarne gli effetti mediante un’azione di fund raising, finalizzata alla piantumazione di 411 alberi. Ciò produrrà, come sottolineato nel Protocollo di Kyoto, una misura efficace per combattere i cambiamenti climatici del pianeta. L’azione di rimboschimento interesserà aree sensibili del Salento.

Tra le altre novità, la formula del matching, che favorirà l’incontro diretto tra diversi interlocutori direttamente interessati a un progetto, a un’offerta o a un’opportunità di cooperazione. A caratterizzare questa edizione di Ring sono stati i format di comunicazione interattiva quali l’instant blog (utilizzato all’interno dei set di discussione per raccogliere il feedback dei partecipanti) e una tag cloud che visualizzava in corso d’opera le parole chiave del convegno. Così come alcune soluzioni d’interaction design funzionali alla comunicazione interna dell’evento, via bluetooth e con i mobtag (quei particolari codici a barre che permettono di trasferire sui mobile delle info e dei link a pagine web pertinenti). Tra i momenti collaterali vanno ricordati gli interventi di performing media della Koinè, come la degustazione teatrale via radio di un olio “platonico” salentino e la performance ItalgestAzione che descrive, in una soluzione poetica ispirata all’Ars combinatoria di Leibniz, il profilo di un’impresa (Italgest) rivolta alle attività eco-sostenibili.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.