My MEDIA

Osservatorio di Cultura Digitale
Subscribe

OPTOFONICA

Ottobre 09, 2009 By: admin2 Category: Senza categoria


Optofonica è un progetto iniziato dall’artista multimediale TeZ nel 2006 e portato avanti assieme alla fondazione OPTOFONICA di Amsterdam (NL) i cui membri sono passionalmente coinvolti nella ricerca, produzione e proliferazione di “ambienti immersivi” per installazioni e performance.

“Invece che creare semplici oggetti esteticamente seduttivi, una nuova forma d’arte sta nascendo che trascende i limiti abituali della percezione. La nostra arte vuole spostare l’attenzione dello spettatore dall’oggetto fisico che stimola la percezione alla percezione stessa. Gli ambienti immersivi possono svolgere questa funzione. Questa forma d’arte risveglia una consapevolezza delle dimensioni sensoriali, spaziali e sinestetiche.”

A Share Festival Optofonica presenta progetti molto eterogenei. Ci sarà l’OSC (Optofonica Surround Cinema), lo spettacolo di Evelina Domnitch+Dmitry Gelfand con pellicola di sapone e laser, due performance musicali immersive e uno spettacolo audiovisivo che produce pattern visuali direttamente nel cervello.

OSC (Optofonica Surround Cinema) è una “formula” per screening audiovisuali ad alta qualità dei lavori realizzati da 30 artisti internazionali. Una selezione del programma verrà mostrata in alta risoluzione e in suono non compresso direttamente dal computer. OSC è un’occasione rara per vedere creazioni audiovisuali sperimentali al loro meglio.

Evelina Domnitch+Dmitry Gelfand presentano il loro ormai famoso Ten Thousand Peacock Feathers in Foaming Acid. Spettacolo realizzato tramite pellicole di sapone e luce laser, che porta sul palcoscenico una ricerca iniziata nel rinascimento e costellata da scoperte ottiche, matematiche, termodinamiche,  e elettromeccaniche.

Maurits Fennis e Maurizio Martinucci (a.k.a TeZ) presentano un sistema non convenzionale per la spazializzazione sonora che immergerà lo spettatore in un campo sonoro. Basandosi sulle risonanze dello spazio performativo, vengono create onde statiche che creeranno spessi volumi di suono che i musicisti controllano in mezzo all’aria.

PV868 è una performance di Maurizio Martinucci (a.k.a TeZ) che produce uno stimolo audiovisuale che permette uno strano effetto ottico costituito da pattern visuali che emergono direttamente dal cervello dello spettatore.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.