Vai alla Home Page  OSSERVATORIO DI CULTURA DIGITALE The Next Media! .
 
 

ARTE


HUB snodi dell'interaction design




La decima tappa di IN-net- Interattività in rete, il programma triennale curato da Ariella Vidach e Claudio Prati di AIEP, è il progetto HUB snodi dell'interaction design che trova luogo alla Civica Galleria d'Arte Moderna di Gallarate dall'8 al 25 Marzo 2007.
IN-net attraverso mostre, workshop, performance e momenti di confronto critico, sta attivando una rete di connessioni tra i centri di ricerca internazionali e le varie realtà operanti nel settore delle nuove tecnologie digitali interattive.
Con questo evento, il primo dei tre appuntamenti conclusivi, s'intende offrire spazio alle opere ed alle idee di Marce-lì Antunez Roca, uno dei più significativi autori della scena contemporanea. Un protagonista di quella ricerca performativa che ha sondato i termini dell'interaction design, nel mettere in relazione il corpo e lo spazio pubblico attraverso le nuove "estensioni" digitali.
Il progetto HUB snodi dell'interaction design, attraverso la mostra, la performance e il seminario dedicati alla "sistematurgia" di Marce-lì Antunez Roca, si rivela come un'occasione ideale per mettere nella rete concettuale dell'intero programma triennale, il corpo.
Sarà questo infatti lo "snodo" epistemologico in cui s'intersecano gli ambiti dell'arte, del performing media, del dibattito antropologico, nella direzione di un interaction design verso cui far convergere le migliori energie creative capaci d'interpretare il futuro digitale.
La Mostra sarà dedicata a La Sistematurgia di Marcel.lì . Per una drammaturgia dei sistemi interattivi. a cui sarà integrata la performance Protomembrana, un work in progress del performer catalano che espone le sue "sistematurgie" in un set che coniuga la dimensione didattico-espositiva con quella furia ludico-libidinale che caratterizza la sua operatività.
Negli ambienti contigui alla Mostra troverà luogo INnetLAB, con le installazioni interattive dei partecipanti selezionati al progetto INnet. e IN-chat, un punto di dialogo con artisti e ricercatori a cura di Marcello Mazzella -DIGART.
Il seminario Corpi Estesi tratterà delle forme dell'interaction design, a partire dalle pratiche formalizzate del corpo in performance.

Marce-lì Antunez Roca

Le tecnologie da sempre estendono le proprietà del corpo e della mente. In questa estensione non c'è da cogliere solo un valore funzionale ma una scommessa antropologica che fa riflettere su come i sistemi della ricerca artistica e della performance siano determinanti nell'evoluzione umana, almeno quanto quelli della ricerca scientifica. Se la tecnologica alfabetica ha segnato con le sue "protesi cognitive" secoli d'emancipazione oggi le nuove forme dell'interaction design pongono in essere l'urgenza delle interazioni possibili tra corpi e sistemi informatici.
Parola chiave (tag) del seminario è Hub, inteso sia come snodo epistemologico sia come punto di connessione nella rete, in cui ritrovare i concetti cardine dell'intero progetto. Tag connesse a quella parola chiave sono: Corpo, Schermo, Sinestesia, Interaction Design, Sistematurgia, Performing Media, Mutazione.
Il seminario, condotto da Carlo Infante vedrà intervenire Claudio Prati, Marceli Antunez Roca, Pier Luigi Capucci, Antonio Caronia,Teresa Macrì, Massimo Canevacci, Gabriele Perretta e Tommaso Trini.
Il seminario si baserà sull'utilizzo di un istant blogging, in cui raccogliere contributi e link utili allo sviluppo del dibattito.
Per informazioni sul Progetto INnet.

 

torna <<