colophon
in edicola
eventi
interviste
mouse di mediateca
tutorial
tecnologie
archivio
abbonamento
stramboware
links & news
animazione digitale
Voci irrequiete per anatre sedentarie
Di Giulia Bertini

I simpatici personaggi di Dicktown, nati come fumetto negli anni '80, hanno catturato l'attenzione del pubblico fino a diventare una serie animata in 3D per la televisione


L'anatra Bill ed il coccodrillo Aldo sono usciti dalle tavole che Michael Bedard ha ideato come commento e satira della società umana per popolare libri, poster, T-shirt… e di recente sono approdate anche su Italia 1 con la prima serie animata di Sitting Ducks, alla quale seguirà a ruota una seconda serie già ultimata nella versione originale americana.
Nei ventisei episodi di undici minuti ciascuno che compongono la prima serie l'anatra ed il coccodrillo sono stati doppiati rispettivamente da Le Iene Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.
La prima serie TV ambientata in una Dicktown 3D ha avuto un enorme successo negli Stati Uniti ed è già andata in onda in molti paesi occidentali, tra i quali Svezia, Danimarca, Finlandia, Islanda e Russia: non vi è molto da stupirsi visto il già consolodiato successo del libro di Michael Bedard che, con gli oltre 70 milioni di dollari realizzati, si presenta come uno dei libri a fumetti più venduti al mondo.
I simpatici personaggi danno vita, nelle due serie televisive, a innumerevoli gags che per humor e spirito satirico sono particolarmente adatte ad un pubblico adulto. L'elemento che forse maggiormente caratterizza i vari episodi è proprio il contrasto tra lo spirito che pervade dialoghi e scene ed il design elementare e sintetico dei personaggi.
Abbiamo incontrato Luca e Paolo nel corso di un evento speciale dell'edizione 2003 del Future Film Festival ed abbiamo avuto modo di rivolgere loro alcune domande circa l'attività di doppiaggio dei personaggi animati. I due showman, che hanno già prestato la loro voce ai personaggi di Kuzco e Kronk ne Le Follie dell'Imperatore, ci segnalato il maggior grado di libertà e di estro che contraddistingue l'opera di doppiaggio di Sitting Ducks rispetto al lungometraggio di casa Disney: "In fase di doppiaggio aggiungiamo del nostro alla scena. Nei titoli di coda ci hanno proposto di ideare qualche battuta per rendere più gradevole la visione al pubblico italiano (le gags vocali dei titoli di coda non esistono proprio nella versione americana). L'apprezzamento dei pilot per questa piccola invenzione è stato così ampio che piano piano queste gags stanno crescendo smisuratamente, trasformandosi in microstorie dove possiamo esprimere ancora più liberamente la nostra vena creativa. In generale comunque c'è indubbiamente più rigore nel prestare la propria voce ai personaggi di Bill e Aldo che non nella nostra partecipazione a Le Iene."
 

 

Alcuni estratti della videointervista concessaci da Luca e Paolo ed un trailer di Sitting Ducks sono presenti in C&I cdMagazine allegato a Computer & Internet N. 22.

Logo Sitting Ducks


Bill intorno al mondo

 

Bill e Aldo

interviste <<